« | Main | »

“UNO IN MENO”: MILANO E LA RETE INVASE DA MESSAGGI INQUIETANTI

By a.fognini | Febbraio 15, 2010

Dopo la Rete anche Milano invasa da scritte e messaggi “UNO IN MENO”; si moltiplicano le teorie sulla paternità e sul motivo. È iniziata la caccia.

 

 

Il fenomeno è nato sul web, attraverso Facebook. Alcuni utenti hanno testimoniato che il giorno 7 febbraio 2010, tramite un messaggio privato, un profilo utente con il nome di “Giulio Ammirati” ha inviato loro la frase “Uno in meno”, senza altro testo. Nessuno è mai entrato in contatto con questa persona, ma tutti continuano a leggere la stessa frase non solo su internet, ma anche per le strade di Milano.

Il contatto “Giulio Ammirati”, oggi, non compare più su Internet, ma il web non ha tardato ad accorgersi della stranezza e si è subito scatenato per risolvere il mistero.

 

Il gruppo creato su Facebook “Anch’io ho ricevuto Uno In Meno” ha riscontrato circa 3000 iscritti in poco più di 48 ore. Tutti si sono interrogati, hanno provato a dare delle spiegazioni (alcune davvero bizzarre) e testimoniato con foto e video gli avvistamenti milanesi della scritta “Uno In Meno”.

 

Dal Naviglio Grande a via Darwin, da Porta Ticinese e le Colonne di San Lorenzo a Corso Lodi, da viale Monza all’interno del Parco Sempione, ai pressi della Stazione Centrale, da via Tortona a Piazza Cinque Giornate, Milano è stata toccata in vari punti. Alcuni hanno cercato di delinearne una traccia, ma le indicazioni non hanno portato a nessun luogo preciso.

 

Di recente, nelle stesse zone dove è stata avvistata la frase “Uno In Meno”, sono stati trovati dei volantini che recitano, con inchiostro nero a macchina da scrivere:

“Uno in meno. Chi? Uno in meno. Cosa? 18 febbraio 2010. Frida, Zona Isola. Milano. Ore 18.30. Segui il filo rosso”.

Dalle voci che girano sul web, pare che in quella sede ci sarà chi svelerà il mistero e chi si è interessato e appassionato a esso, come l’esperto di gialli Luca Crovi.

Di cosa si tratta? Perché il filo rosso? Dove conduce?

Comments

comments

Topics: segnalazione | 1 Comment »

Una risposta per ““UNO IN MENO”: MILANO E LA RETE INVASE DA MESSAGGI INQUIETANTI”

  1. Ilaria Tarricone » Archive » Progetto “Uno In Meno” scrive:
    Maggio 1st, 2010 alle 22:11

    [...] la nostra comunicazione. Ecco il comunicato stampa, uscito su vari blog di scrittori noir, come Luca Crovi e anche sulla web press [...]

Commenti